La Muay Thai al centro dell’attenzione nei media grazie a Carlos Coello

La Muay Thai al centro dell’attenzione nei media grazie a Carlos Coello

Pare che finalmente i media di qualche Paese europeo abbiano data la giusta rilevanza ad un’impresa sportiva nel mondo della Muay Thai. E’ successo nei passati due mesi in Spagna, dove giornali, radio e televisioni hanno dedicato i loro servizi ad un atleta di casa protagonista di un affascinante percorso di successo.

Carlos Coello Canales, fighter del 7 Muay Thai Gym di Rayong, si è laureato campione del mondo di Muay Thai WKN lo scorso 16 Dicembre a Ponferrada, nella sua Spagna. Originario di Cadiz, Andalusia, Carlos vive da diversi anni in Thailandia, dove ha potuto perfezionarsi in questa arte marziale, e dove ha avuto la possibilità di calcare i palcoscenici asiatici più rinomati per quanto riguarda la Muay Thai, contrapponendosi a rivali di primissimo valore. Vale la pena sottolineare che la sua categoria, quella dei 57 chili, è tra le più agguerrite in Thailandia. La storia di Carlos è fatta di sudore, sacrifici, lunghi viaggi tra Europa e Asia, esaltanti vittorie e dure sconfitte, dalle quali se ne è risollevato grazie a un grandissimo cuore e tanta determinazione. Ed è fatta anche di promesse: come quella che fece a sua madre. “Un giorno diventerò campione del mondo di Muay Thai” le giurò. E la promessa è stata mantenuta.

Il successo di Carlos, che pure prima di vincere il titolo godeva di buona popolarità tra gli appassionati di sport da combattimento, ha avuto grande risonanza sui media del paese iberico.  Oltre ai periodici di Cadice, che seguono le sue vicende appassionatamente fin dai primi passi della sua carriera in Thailandia, anche i giornali sportivi nazionali, come AS e Marca (due testate equiparabili alla Gazzetta e il Corriere dello Sport in Italia) hanno dedicato alcune pagine (e non qualche riga nella sezione “Altri sport”).

27535641_1805901086127485_905449223_o                                              27537085_1805901016127492_1409155637_o

http://www.diariodecadiz.es/deportes/Carlos-Coello-WKN-Muay-Thai_0_1200780555.html

http://www.marca.com/otros-deportes/2017/12/17/5a366b8bca47418a278b457c.html

https://www.elespanol.com/deportes/otros-deportes/20171217/carlos-coello-cumple-promesa-mundial-muay-thai/270223140_0.html

Carlos è stato ospite di alcune trasmissioni radiofoniche, sportive e non, durante le quali ha raccontato la propria storia. Alcune emittenti televisive nazionali hanno ripreso la notizia, evidenziando la sua sensibilità, dal momento in cui ha voluto regalare una delle sue cinture ad un bambino malato di 13 anni.

27605111_1805896986127895_1039259692_o             27650217_1805897969461130_670802983_o27535369_1805897376127856_17995620_o

Proprio nella sua Cadiz risiede la sua schiera di fan più sfegatata, che pur di vedere trionfare il proprio beniamino ha affrontato un viaggio di diverse ore verso Ponferrada, dall’altra parte della Spagna, in autobus. La città di Cadiz aveva già insignito Carlos del titolo di sportivo dell’anno (al quale aveva concorso anche Suso, calciatore del Milan). In seguito al trionfo, il sindaco ha voluto rendergli personalmente merito. La squadra di calcio della città lo ha invitato ad effettuare il calcio d’inizio prima di una partita casalinga presso lo stadio Ramón de Carranza.

27536813_1805897802794480_383510081_o 27653530_1805897702794490_505661936_o 27535738_1805897436127850_1857985564_o

Non possiamo che rallegrarci davanti a queste dimostrazioni di attenzione verso il campione, facendogli i nostri migliori complimenti. La speranza è che quello che è avvenuto in Spagna possa ripetersi anche negli altri Paesi europei, dando così la giusta visibilità anche ad altri fighters di successo e alla Muay Thai in generale!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *