Il primo Italiano nel ranking del Lumpinee: Mathias Gallo Cassarino

Il primo Italiano nel ranking del Lumpinee: Mathias Gallo Cassarino

Mathias vs. Mongkolphet Dabpong 191 24-2-18 (6)

Mathias Gallo Cassarino conosciuto in Thailanda come “Mathias 7MuayThaiGym“, camp che ha co-fondato lo scorso Dicembre 2014, nel 2018 è diventato il primo italiano e uno dei pochissimi fighter “farang” ad entrare nel ranking del Lumpinee Stadium di Bangkok, l’unica classifica che veramente conta per gli esperti di Muay Thai a livello mondiale.

Screenshot 2018-03-17 00.05.30

Ma veniamo alla storia di Mathias Gallo Cassarino al Lumpinee, dopo aver esortido con successo a soli 18 anni e arrivato nell’anno 2012 a conquistare 4 vittorie consecutive in 4 mesi proprio nel vecchio e storico Lumpinee. La più nota quella con il Giapponese Yuikiya Nakamura e poi il 15 Dicembre la vittoria in main event in diretta TV su CH5 Thailand e meno di 2 settimane dopo ancora un match duro in cui Mathias non risparmia nulla e stravince il titolo inter. WBC Muay Thai.

In meno di 5 mesi, 5 match duri e 5 vittorie ma arriva il conto da pagare: una piccola frattura al piede che obbliga Mathias a fermarsi. Ma il management del Lumpinee non sente ragione e se Mathias non combatte è fuori dal circuito.

Mathias torna sul ring nell Aprile 2012 ma non nelle forma eccellente in cui era a Gennaio, ma bastano 3 mesi e a Luglio stupisce ancora il pubblico di Bangkok umiliando il veterano Juan mario Kawsamrit e vincendo i 5 round su 5 che gli valgono il titolo mondiale WPMF. Ma niente da fare il al Lumpinee le porta è chiusa per Mathias che allora decide di fare di questa avversità un opportunità, vola in Italia per perfezionare il pugilato e torna più grasso ma più forte e pronto a bussare ancora alla porta del Lumpinee.

Lo storico Lumpinee intanto viene demolito e si apre un nuovo stadio, nuovo management ma stessa chiusura verso Mathias.

Mathias Gallo Cassarino Lumpinee RankingDal 2012 al 2015, Mathias raccoglie successi in molti grandi eventi in Tailandia e in tutto il mondo. Ma a sorpresa il Lumpinee chiama al 7 Muay Thai gym e propone il 6 Giugno, una sostituzione nei 64kg: prendere o lasciare!

Mathias nonostante combatta nei 62 Kg, decide di ‘prenderla‘. Non è pronto e mancano pochi giorni, il peso non è il suo e sappiamo che il Thai è un giovane in forte ascesa, molto vigoroso e grande incassatore Mongkol Kor.Kampanaj conosciuto dagli scommettitori con il nome di Fhaipikhat e ovviamente favorito per le scommesse.

Lumpinee evento del sabato pomeriggio che prelude a quello importante del sabato sera dove Mathias era abituato ad combattere (nel vecchio e storico Lumpinee) in main event. Un modo come un altro per vedere se sei disposto a ricominciare da zero, se hai l’umilità necessaria che contraddistingue tutti i grandi campioni. E’ un mondo difficile quella della Muay Thai del Lumpinee, pochi soldi e tanti sacrifici, ma Mathias è testardo e vuole trovare le motivazioni dentro di se. Abituato ad un grande pubblico del vecchio Lumpinee, si vede spento e sminuito ma dice al suo manager e padre “da qualche parte bisogna ricominciare per il Lumpinee, e io ricomincio!”

Lumpinee ranking 2018Grazie al suo nuovo co-manager Mr. Numnoi per l’anno 2017 e ora nel 2018,  Mathias 7 Muay Thai Gym regala ai suoi fan una serie di convincenti vittorie nell’evento del Top promoter, Kiatpetch. L’ultima esibizione del 2017 è stata premiata come la più emozionante battaglia dell’anno da SMMsport.

Da oggi Mathias sarà the “The Great Italian Hope“. La speranza Italiana di conquistare la vetta più importanete del panorama mondiale della Muay Thai, una forza e uno stimolo per lui e per i tantissimi giovani Italiani e ‘farang’ che seguendolo potranno replicare i suoi successi e magari fare anche meglio, perché no!

Il primo Italiano nel ranking del Lumpinee: Mathias Gallo Cassarino
5 (100%) 1 vote

The following two tabs change content below.
Emmanuele Corti

Emmanuele Corti

Emmanuele Corti: inizia a praticare la muay thai in giovane eta' a Trieste (Italia) cominciando a combattere sin da subito in gala prestigiosi assieme ai top thailandesi e astri nascenti quali i fratelli Petrosyan. Dopo un periodo di esperienze lavorative che lo portano all'estero, approda in Thailandia a titolo definitivo nel tardo 2011 coronando il sogno della sua vita, cioe' quello di aprire un muay thai camp (Sitjemam). A partire da quell'anno segue attivamente la preparazione dei fighters del suo camp e a fine carriera agonistica ha rappresentato i colori del Muay Farang team in eventi di grande rilievo nel continente asiatico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *