Le piaga delle scommesse affligge gli stadi di Bangkok

Le piaga delle scommesse affligge gli stadi di Bangkok

Muay Thai in Thailandia è sinonimo di scommesse, come illustrato nella bellissima guida proprio su: “Scommesse nella Muay Thai“. In quasi tutti gli stadi Thailandesi è presente un gruppo di scommettitori e il loro ruolo è tanto importante, nel panorama generale, quanto penalizzate in casi come quello di cui parliamo oggi.

Gli scommettitori spesso sono un deterrente per gli i giudici di gara a cui quindi ogni errore viene fatto pesare e inoltre spesso gli scommettitori professionisti regalano laute mance agli atleti che li fanno vincere e questo da un lato è positivo al punto che ci sono casi in cui il pugile incassa più dagli scommettitori che dalla borsa , ad esempio in stadi come Pattaya dove le borse sono molto basse. Purtroppo l’occasione fa l’uomo ladro e le grandi scommesse in ballo su un match, hanno portato in rarissimi , ma pur esistenti , casi di avvelenamento dei pugili, proprio come è successo ieri al Rajadamanern Stadium, dove due atleti del Or. Kwanmuang gym ovvero Saeksan e PetU-thong (ricordiamo che Saeksan avrebbe dovuto incrociare le tibie di Superbank MorRatanabandit, per il titolo del Rajadamnern 130lbs – News), sono stati avvelenati dopo il processo di pesatura, portando allo svenimento di quest’ultimo proprio durante un’intervista pre-match, come potete vedere nel video.

Non è il primo caso, infatti negli ultimi 18 mesi già due grandi atleti sono stati “avvelenati” prima del match.

Questo è un’episodio molto triste, sopratutto perchè in genere è proprio l’allenatore stesso o qualcuno del camp a cadere in tentazione e fare queste bruttissime azioni che poi vanificano lo sforzo del camp e del pugile e purtroppo infangano il buon nome della Muay Thai .

Video:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *