Verso la vera Muay Thai: Dubbi e timori di un principiante | Parte 1

Verso la vera Muay Thai: Dubbi e timori di un principiante | Parte 1

7MT-7-Muay-Thai-Gym-Training-Thai-Boxing-in-Thailand-Best Muay-Thai-Gym-tours-holiday22D’accordo, vi siete decisi. State per prenotare il volo per Bangkok seguendo il sogno di apprendere in Thailandia la vera Muay Thai. Forse avete già praticato in qualche palestra vicino casa questa disciplina di combattimento, o forse siete totalmente dei novizi. Qualunque sia il vostro livello, è abbastanza naturale che, prima di arrivare presso il camp dove vi allenerete, qualche titubanza vi ronzerà per la testa. Sarete in grado di sostenere un programma di training studiato appositamente per atleti professionisti? Sarà difficile entrare in sintonia con gli allenatori thai con alle spalle centinaia di battaglie sul ring? Come mi troverò con il cibo locale? Queste sono le tipiche domande che potrebbero sorgervi e farvi esitare all’atto di concludere la prenotazione. Personalmente lo so bene: ci sono passato anch’io! Riflettendo lucidamente, sono questioni che ci poniamo ogni qualvolta ci avviciniamo a qualcosa che non conosciamo, ogni qualvolta usciamo dalla nostra cosiddetta “comfort zone”. Ma uscire da questa “comfort zone”, è chiave fondamentale per intraprendere il proprio miglioramento personale.

20151204_074519

Ci si potrebbe chiedere per prima cosa se è complicato raggiungere un camp che si trovi fuori Bangkok (scelta raccomandabile se cercate un luogo tranquillo dove dedicarvi totalmente alla Muay Thai). Potrebbe essersi rivelato non semplicissimo in effetti ma, nel mio caso, lo staff del “7 Muay Thai” di Rayong, camp dove ho trascorso il mio soggiorno, mi ha aiutato a vincere queste preoccupazioni. Mi sono state date le indicazioni per raggiungere agevolmente (ed in modo economico) Rayong, con autobus che partivano direttamente dall’aeroporto Bangkok-Suvarnabhumi. Il “7 Muay Thai” avrebbe potuto anche organizzare un taxi per portarmi direttamente dall’aeroporto a destinazione per pochi euro in più, ma ho preferito optare per una soluzione fai-da-te.

E una volta arrivato al camp? Forse avrete sentito dire che le palestre thailandesi sono particolarmente sporche, e vi aspetterete di trovarvi di fronte a un ambiente poco igienico.

7mt-7-muay-thai-gym-training-camp-thailand-boxing-world-champions-best-gym-3

Oppure, dato che state per varcare un territorio popolato da veri e propri ‘guerrieri’, potreste credere che passerete le vostre vacanze in compagnia di persone scontrose, minacciose. Ma anche questi timori per me sono venuti meno facilmente. Dove sono stato, la pulizia dell’ambiente era uno dei suoi cavalli di battaglia per distinguersi dagli altri camp, tanto che tutti i giorni vi era il personale predisposto per curare le aree comuni e le stanze degli ospiti. Le persone che mi hanno accompagnato durante l’allenamento erano invece persone professioniste o amanti della Muay Thai come me, che si trovavano lì con il semplice obiettivo di migliorarsi a vicenda. Durante il mio soggiorno, i campioni erano sempre prodighi di consigli nei miei confronti. Addirittura mi è stato possibile qualche volta effettuare con loro alcune sessioni di sparring, senza che mi capitasse di farmi male, data la loro estrema capacità di ‘calibrarsi’ di fronte a un novizio. Nessun cane pazzo o esaltato attaccabrighe, come potrebbe capitare in qualche palestra occidentale, ma essere umani immersi nella propria passione con vero cuore! I soggetti negativi, in questo genere di ambiente, sono debitamente tenuti lontani.

7-muay-thai-gym-rayong-1024x373

Prossimamente la seconda parte su MUAYFARANG.COM! 

http://www.muayfarang.com/it/towards-real-muay-thai-doubts-fears-beginner-part-2/ )

 

 

Autore: Michele Basile

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *